BlueScreen Screensaver

BlueScreen Screensaver 3.2

Il download di questo programma non è più disponibile, sia esso per motivi di sicurezza, per cessazione del supporto da parte dello sviluppatore o altro. È possibile scaricare queste alternative:

Divertiti simulando un errore irreversibile

Originale, divertente e gratuito. Tutto questo è BlueScreen Screensaver, un salvaschermo che finge un messaggio di errore irreversibile del sistema operativo Visualizza descrizione completa

PRO

  • Originale
  • Gratuito
  • Divertente

CONTRO

  • Non offre opzioni di configurazione

Molto buono
8

Originale, divertente e gratuito. Tutto questo è BlueScreen Screensaver, un salvaschermo che finge un messaggio di errore irreversibile del sistema operativo

Se sei in vena di scherzi o più semplicemente hai voglia di uno screensaver originale, BlueScreen Screensaver ti sorprenderà. Una volta attivo simulerà un messaggio di errore irreversibile di Windows, obbligando la macchina ad un (finto) riavvio del PC, con Windows XP in fase di caricamento. Molto divertente, soprattutto quando lo installi di nascosto nei computer altrui!

Opinioni utenti su BlueScreen Screensaver

  • PoketuttoTV

    di PoketuttoTV

    "Per fare scherzi"

    Screensaver molto divertente,per far scherzi ai propri amici,è molto semplice,però secondo me ci deve essere un falso ri... Altri.

    commentato il 28 settembre 2010

  • Poketutto

    di Poketutto

    "Semplice ma..."

    è molto bella però ci potrebbe essere un riavvio fake che fa vedere che il computer si riavvia ma non si riavvia. Altri.

    commentato il 18 luglio 2010

  • Steamboy

    di Steamboy

    "molto divertente"

    uno screenbsaver bellissimo, sarà pure inutile ma è molto divertente quando vuoi fare uno scherzo ad un tuo amico. Altri.

    commentato il 8 febbraio 2010

  • Cosworth117

    di Cosworth117

    "Divertente!"

    Semplicemente divertente! E poi è fedelissimo come screen saver, è un blue screen bello e buono! devo fare uno scherzo a... Altri.

    commentato il 8 settembre 2009